Duprè di nuovo in marcia

Battuto il Santa Caterina 5 a 3.

Dal nostro inviato Giampiero Galeazzi

Serata caratterizzata dal maltempo e dal forte vento, che non frena certamente i biancocelesti. Al contrario, il mister e i ragazzi preparano ed eseguono al meglio il piano partita, con uno schema offensivo 1-1-2-3 da usare solo in azioni offensive a favore di vento e da rilancio del portiere.
La Duprè sin da subito controlla, crea e intimorisce gli avversari fino gol di Salvini G., che dopo una bella azione con Consorti Man., colpisce di destro al volo e insacca la palla in rete.
Galvanizzati dal gol e dallo schema che dà i frutti sperati, i ragazzi di cicali raddoppiano con bomber Brizzi e calano il tris con Toscano G. che conclude una bella azione condotta dallo stesso Brizzi.
Nel secondo tempo tornano i fantasmi del passato: i  biancocelesti regalano due gol agli avversari, uno del portiere direttamente da rinvio – Brignoli può solo applaudire – e un altro per punizione concessa dentro l’area di rigore.
Partita riaperta, ma la Duprè non si scompone e riesce grazie ad un azione carambolesca a segnare il gol del 4-2, realizzato dal portiere avversario che annulla il fantacalcistico +3 realizzando un autorete.
Partita finita ? Mai. Gli avversari accorciano di nuovo su punizione, ma il veterano Manoel Consorti chiude il match con una splendida girata di destro per il suo primo gol stagionale e il definitivo 5-3.
La Duprè non molla quindi e rimane agganciato al treno per la promozione.
A voi studio.

Gs Duprè: Cannazza; Cavati; Rossi Paccani; Anichini, Brizzi; Carletti, Salvini G., Consorti Man.
A disposizione: Toscano F., Toscano G., Consalvi, Salvatori

Battuta d’arresto per i biancocelesti

La Duprè viene sconfitta 3 a 2 dall’Isola d’Arbia

dal nostro inviato Stefano Mattei

È una sconfitta che brucia quella dei biancocelesti, soprattutto perché derivante da una partita giocata non in maniera egregia contro un avversario onestamente non superiore nei mezzi. Ancora una volta sono emersi i limiti di una squadra che necessita di una punta di ruolo – assenti Salvini F. e Grillo – e che paga il nervosismo di una giornata intensa per motivi extra calcistici.
La squadra di Cicali scende in campo con Morini fra i pali, Salvini G. e Rossi Paccani sulla linea difensiva, Anichini, Carletti, Toscano F. in mezzo al campo e Brizzi a sostegno dell’unica punta Consorti Man.
Nei primi 15 minuti di gioco la manovra, seppur non molto incisiva, è in pieno possesso dei biancocelesti, con l’Isola d’Arbia a contenere e a risparmiare energie (disponibile una sola sostituzione) con l’attento portiere biancorossoblu a neutralizzare le folate di Brizzi e Consorti. L’occasione fa l’uomo ladro, così l’Isola d’Arbia passa in vantaggio nell’unica azione creata nel primo tempo, con una grande conclusione dalla distanza del fantasista, imparabile per Morini.
Nel secondo tempo, dopo nemmeno 5′ minuti la doccia fredda: il centrocampo della Duprè salta – Anichini oggi non pervenuto e Toscano troppo confusionario -, contropiede e raddoppio per gli ospiti. I biancocelesti si incaponiscono in azioni personali e si rendono poche pericolosi; la girandola dei cambi porta la squadra di casa ad attaccare con più costanza e da una punizione Brizzi accorcia le distanze.
La squadra però per raggiungere il pari si sbilancia e l’Isola d’Arbia punisce con un altro fatale contropiede.
Negli ultimi minuti Cicali tenta il tutto per tutto, ma c’è solo spazio per l’eurogol in rovesciata di Salvini G. prestatosi nel ruolo di attaccante per gli ultimi scampoli di gioco.
Finale: Isola d’Arbia batte Duprè 3 a 2.
A voi studio.

Gs Duprè: Morini A.; Rossi Paccani, Salvini G.; Anichini, Brizzi, Carletti, Toscano F.; Consorti Man.
A disposizione di Mr Cicali: Cannazza, Cavati, Consalvi, Consorti Mar., Morini F., Salvatori, Toscano G.

Giesse: tre punti d’oro

I biancocelesti battono 1 a 0 le Due Porte

dal nostro inviato Gianni Bezzi

In un clima decisamente novembrino – nebbia alternata a pioggia, temperatura intorno allo 0 – scendono sul terreno di Custoza Duprè e Due Porte.
Cicali ha gli uomini contati e deve far partire titolare il quarto portiere diverso dall’inizio di stagione: Toscano G. si piazza in mezzo ai pali; difesa a due con il capitano Salvini G. e Cavati a sostituire Rossi Paccani; centrocampo a quattro con i soliti Anichini, Brizzi, Carletti e Toscano F. dietro a Marco Consorti unica punta.
Osservato un minuto di raccoglimento per la prematura scomparsa dell’ondaiola Gabriella Bindi.
Il primo tempo, complice il modulo altamente ostico delle Due Porte – 5 uomini sulla linea mediana – e l’assenza di un attaccante di stazza – Salvini F. è diventato neo papà -, vede i biancocelesti in possesso del gioco ma con notevole difficoltà a produrre situazioni pericolose. In 30 minuti si registrano infatti solamente due tiri dalla distanza rispettivamente di Brizzi e Anichini ad impensierire il portiere di Stalloreggi, e una conclusione deviata delle Due Porte salvata miracolosamente da Morini, subentrato sul finale a Toscano G..
Nel secondo tempo il copione non cambia: la Duprè pur alzando il ritmo non riesce a trovare la via del gol. Nel finale della partita, quando oramai il risultato sembrava indirizzarsi verso lo 0 a 0, su una punizione di Salvini G., Grillo, relegato inizialmente in panchina, insacca di testa e va ad esultare verso la panchina di Cicali per smentire presunte diatribe all’interno dello spogliatoio. Nei minuti finali succede di tutto: le Due Porte si sbilanciano per cercare il pareggio lasciando spazio ai contropiedi biancocelesti, Carletti si mangia un gol già fatto davanti a porta e sull’azione susseguente l’arbitro, grazie all’aiuto della BAR, concede un rigore per fallo di mano ai panterini. Rincorsa, scongiuri vari e palla che finisce sopra la traversa. Il triplice fischio finale sancisce la vittoria della Duprè per 1 a 0.
A voi studio.

G.S. Duprè: Toscano G.; Cavati, Salvini G.; Toscano F., Anichini, Carletti, Brizzi; Consorti Mar.
A disposizione di Mr Cicali: Cannazza, Consalvi, Consorti Man., Grillo, Morini

Duprè show: demolita la capolista

I biancocelesti vincono 6 a 0 con il Vico Alto

dal nostro inviato Alberto Rimedio
È una Duprè con numerose assenze quella che scende sul terreno di gioco del Pietriccio in un caldo sabato novembrino: viene rispolverato Morini in porta – finirà con una prestazione decisamente positiva – davanti al duo Salvini G., Rossi Paccani; in mezzo al campo Carletti, Brizzi, Toscano F. e Anichini a supporto dell’unica punta Salvini F.
Sin da subito si denota una superiorità mentale e tattica dei biancocelesti di Mr Cicali che dopo nemmeno 7′ hanno già impensierito il Vico Alto due volte, compresa una traversa di Salvini F. su calcio d’angolo. Il primo tempo è un assolo della Duprè che sblocca il risultato con un tiro da fuori di Anichini, con il portiere avversario non esente da colpe. Pochi minuti e subito il raddoppio con una splendida azione che porta Carletti ad insaccare per il 2 a 0 biancoceleste; nemmeno il tempo per esultare che un rimpallo favorisce Salvini F. che sotto rete è inesorabile: 3 a 0. La partita è saldamente in mano ai ragazzi di Malborghetto che sul finire del primo tempo trovano la quarta rete – la prima stagionale – di Filippo Morini, svelto a ribadire in porta dopo un errore del portiere biancoblu.
Alla ripresa si presenta il solito copione: possesso palla e azioni da rete per la Duprè; Vico Alto mai pericoloso. Nonostante il ritmo e l’intensità calino vistosamente, i biancocelesti continuano a creare gioco e, a differenza delle partite precedenti, la concentrazione rimane alta e c’è spazio anche per la doppietta personale di Filippo Salvini – una pregevole rete su rimessa laterale – e per il gol finale di Federico Brizzi a suggellare il trionfo della Duprè.
Da registrare a metà secondo tempo, sul risultato di 5 a 0, gli unici due interventi di Morini, che dimostra ancora di essere un portiere egregio.
Risultato finale: Duprè batte Vico Alto 6 a 0.
Dal Pietriccio è tutto, a voi studio.

GS Duprè: Morini; Salvini G., Rossi Paccani; Anichini, Brizzi, Carletti, Toscano F.; Salvini F.
A disposizione di Mr Cicali: Cavati, Consalvi, Consorti Man., Morini F., Toscano G.

Il GS Duprè si ferma ancora

Con l’Atletico Atlantico termina 4 a 4

dal nostro inviato Franco Lauro

Mentre tutto il calcio mondiale aveva gli occhi puntati sulla tremenda debacle della Nazionale Italiana di Ventura, la Duprè di Mr Cicali scendeva in campo in quel del Pietriccio in una giornata tremendamente piovosa.
La partita sembra oramai essere una fotocopia delle precedenti: primo tempo abbuffata, secondo tempo pennichella e brusco risveglio quando è troppo tardi. Non a caso il primo tempo si chiude 3 a 1 per i biancocelesti con con rete di testa su corner di Toscano F., rete di Salvini F. su rimessa laterale e il solito Brizzi praticamente sulla linea. In tutto questo si devono contare un palo di Carletti (dapc), svariate occasioni sprecati e la rete dell’Atlantico.
Il secondo tempo, al solito, si apre come si era chiuso il primo: grande azione sulla destra di Morini F. che mette un cross perfetto a Salvini F. che di testa segna un meritato 4-1 .  Come già detto però arrivati a metà secondo tempo la squadra cala di concentrazione e complice il nervosismo in campo, gli avversari, prima da dentro l’area poi su errore di Cannazza e infine su punizione trovano il 4-4. Gli ultimi 10′ vedono gli animi accesi da entrambi le parti; con l’infortunio di Brizzi Mr Cicali tenta il tutto per tutto con tre punte di peso – Toscano G., Morini A. e Salvini F. -creando molte palle gol senza mai essere concreta.
La lunga pausa – la prossima partita sarà sabato 25 novembre contro i primi della classe – speriamo serva ai biancocelesti a recuperare energie e quella fiducia che, superati i 40 minuti di gioco, sembra ormai persa.
A voi studio.

Gs Duprè: Cannazza, Rossi Paccani, Salvini G.; Carletti, Toscano F., Anichini, Brizzi; Salvini F.
A disposizione di Mr Cicali: Toscano G., Morini F., Morini A., Consalvi, Salvatori, Consorti Marco e Manoel

Primo stop per il Giesse

Con i Warriors finisce 4 a 3 per gli avversari

dal nostro inviato Fabio Noaro

Prendo la linea dal campo sportivo di San Miniato, per la gara tra GS Duprè e Warriors valevole per il campionato di Promozione AICS; i padroni di casa attaccano dalla mia sinistra alla sua destra.
I biancocelesti scendono in campo con l’esordiente Ronco in porta, uomo a gettoni cui va ricordata la somiglianza con lo storico numero 1 argentino Roa; difesa a due con Salvini e Rossi Paccani; centrocampo con Toscano F., Grillo e Anichini; Brizzi a supporto Salvini F. unico attaccante.
Tutte e due le squadre si presentano prive di numerose assenze; serata autunnale con temperatura che si aggira intorno agli 11 gradi, ad essere precisi 11 e un po’.
Il primo tempo, se si esclude la traversa dei gialloblu dopo nemmeno due minuti di gioco, è completamente a senso unico per i biancocelesti: a fine ripresa saranno ben 11 le azioni da rete create dai ragazzi da Mr. Cicali ma sono stati più di uno i gol sbagliati, talmente facili che non li avremmo segnati neppure noi. Non è un caso che il tiro meno pericoloso – un sinistro rasoterra di Grillo – sia stato l’unico a trafiggere il portiere avversario, non del tutto incolpevole. Primo tempo che termina quindi con il risultato, bugiardo per la mole di gioco prodotto, per 1 a 0 a favore della Duprè.
Il secondo tempo però la squadra, forse adagiatosi sugli allori, lo inizia con il piede sbagliato: due punizioni dello scatenato Iavarone si piazzano una all’incrocio dei pali, firmando il pareggio, e l’altra, dalla stessa zolla, sul palo. La reazione della Duprè è violenta: due-tre azioni graffianti e il duo Brizzi-Salvini F. riportano la partita sul 3 a 1. La pratica sembra chiusa e, se proprio vogliamo andare a cercare il pelo nel pagliaio, è proprio questo che condanna Malborghetto. La squadra si sbilancia, lasciando la difesa spesso in inferiorità e costretta ad usare le cattive maniere, i centrocampisti offensivi si intestardiscono in numeri e fantasie a volte superflui e si arriva alla scintilla che fa traboccare il vaso: i Warriors puniscono ancora due volte – su punizione e su contropiede – e portano il match in parità. Finita direte voi? Magari, dico io: c’è ancora tempo per subire una ripartenza fotocopia della precedente e, al 1′ di recupero della ripresa, la quarta rete gialloblu chiude la partita. Il secondo tempo lo possiamo sintetizzare dicendo che la Duprè non ha giocato male, ma tutto il contrario di bene.
Sperando che questa sconfitta riesca a rimettere i piedi in terra ai biancocelesti, i quali hanno tutte le potenzialità per dominare questo campionato, concludo la polemica fra me e il sottoscritto.
A voi studio.

GS Duprè Ronco; Rossi Paccani, Salvini G.; Anichini, Grillo, Toscano F.; Brizzi; Salvini F.
A disposizione di Mr Cicali: Carletti, Consorti Man., Consorti Marc., Toscano G.

La Duprè vola: terzo successo consecutivo

Contro il Filusè finisce 3 a 2 per la Duprè

Dal nostro inviato Gianni Cerqueti

Chi si immaginava il percorso della Duprè in salita per la “calda” estate dovrà ricredersi: terza vittoria consecutiva con risultato che cela una partita mai messa in discussione.
Sul terreno di Custoza inizio con il solito modulo per i biancocelesti di Mr Cicali, con Salvini F. a sostituire Consorti davanti (pare i due senatori facciano a turno per chi viene a giocare il venerdì) e Cavati al posto dell’indisponibile Rossi Paccani.
Sebbene l’inizio sia tutto a favore degli ondaioli – almeno 2 occasioni e una traversa – un disimpegno a centrocampo di Carletti viene giudicato, con troppa severità, un retropassaggio: punizione a 2 in area e, dalla mischia, il Filusè passa in vantaggio.
La Duprè tenta subito la reazione come un toro imbufalito, ma va a sbattere contro il muro biancoverde e contro le grandi parate dell’eterno Soriano. Il Filusè prende coraggio e impensierisce la porta difesa da Canazza, ma nel momento migliore la Duprè con 1-2 del solito Federico Brizzi passa in vantaggio e chiude il primo tempo.
La squadra, con una panchina decisamente lunga – da segnalare il ritorno di Pippo Morini -, ha più ossigeno degli avversari e, dopo nemmeno cinque minuti, Federico Toscano si fa tutta la fascia per segnare il gol del 3 a 1. Le due squadre si rilassano, complice la stanchezza, e non ci sono azioni degne di nota da annotare sul taccuino. Negli ultimi minuti il Filusè accorcia le distanze e tenta il tutto per tutto senza però mai mettere in difficoltà un sicuro Cannazza.
Da Custoza, Duprè 3, Filusè 1.
A voi studio.

Gs Duprè Canazza; Salvini G., Cavati; Anichini, Brizzi, Carletti, Toscano F.; Salvini F.
a disposizione di Mr Cicali: Consorti Mar., Grillo, Morini F., Salvatori, Toscano G.

Prossima partita: mercoledì 8 novembre, ore 19.50, San Miniato | Duprè vs Warriors

 

 

 

Secondo successo per i biancolesti

Contro il Real Casole finisce 7 a 4 per la Duprè

dal nostro inviato Paolo Paganini

La Duprè si presenta sul terreno di gioco di San Miniato senza gli indisponibili Salvini F., Morini A., Morini F. e Consalvi; a differenza della partita precedente è Manoel Consorti a partire attaccante centrale; in porta Canazza, Salvini G. e Rossi Paccani in difesa e centrocampo a 4 con Brizzi e Grillo centrali e Toscano F. e Carletti sulle fasce.
Temperatura gradevole, terreno leggermente scivoloso.
Al via è subito un assolo biancoceleste con scambi in velocità e triangolazioni che mettono in seria difficoltà la difesa gialloblu ma non sono passati neppure 5 minuti quando un tiro innocuo del mediano casolese si trasforma in un tiro beffardo che trafigge un poco attento Canazza.
La reazione non tarda ad arrivare e, grazie anche all’innesto di Anichini, seppur a mezzo servizio causa lente a contatto persa prima della partita, la Duprè in meno di 1o minuti si porta subito in vantaggio per 3 a 1 con due reti di Federico Brizzi e una proprio di Anichini. Dopo una serie notevole di occasioni sbagliate che potevano mettere la parola ‘fine’ alla partita già nel primo tempo, un’altra conclusione dalla distanza trova il portiere biancoceleste disattento: il primo tempo termina così 3 a 2.
Con gli inserimenti di Marco Consorti e Don Lele, la squadra continua a macinare gioco ed azioni: in un batter d’occhio la squadra, grazie a due folate offensive, si porta sul 5 a 2: reti di Marco Consorti e di Federico Brizzi. Calata un po’ la concentrazione, il Real Casole punisce però la Duprè con un strepitoso gol del fantasista valdelsano; ci vuole quindi una reazione d’orgoglio che arriva quando Grillo con uno splendido passaggio manda in porta Anichini che sigla il 6 a 4. Le ultime due reti, una per parte, sono frutto di due rigori entrambi molto generosi. Con il tiro dal dischetto di Don Lele termina una partita gestita comodamente dalla Duprè che si porta quindi a quota 6 punti.
A voi, studio.

Gs Duprè Canazza; Salvini G., Rossi Paccani; Brizzi, Carletti, Grillo, Toscano F.; Consorti Man.
a disposizione di Mr Cicali: Anichini, Cavati, Consorti Mar., Salvatori, Toscano G.

Prossima partita: venerdì 3 novembre, ore 21.40, Custoza | Duprè vs BarPiz Filusè

 

GS Duprè: buona, buonissima la prima

Contro l’Osservanza finisce 6 a 1 per i biancocelesti

dal nostro inviato Carlo Nesti

Il cammino nel girone di Promozione del GS Duprè parte dov’era rimasto, con la sfida con l’altra retrocessa del campionato scorso: l’Osservanza di Mr. Frullanti.
Con la squadra quasi al completo – assenti solamente Ascheri, Morini F. e Consalvi – Cicali punta a ripartire dal blocco del campionato scorso e fa esordire solamente due degli otto iniziali: a fianco dei cugini Salvini, Rossi Paccani, Carletti, Toscano F. e Brizzi mettono la maglia biancoceleste per la prima volta il portiere Canazza e Marco Consorti, fratello “d’arte”.
E nei primi 10′ minuti, dove si vedono tutti i bagordi dei festeggiamenti ondaioli, l’estremo difensore si mette subito in mostra salvando per ben due volte la porta da due tiri ravvicinati dei rossoblù: un esordio quindi che fa ben sperare.
Poco prima della 15′ la nota spiacevole: no, non è un infortunio fortunatamente né degli scontri tra tifoserie come qualcuno aveva pensato sentendo le sirene, bensì una volante della Municipale intervenuta a multare le macchine dei giocatori nei pressi del campo del Pietriccio. Ed è così che lo scrivente non ha potuto assistere al vantaggio e al raddoppio della Duprè firmati rispettivamente da Federico Brizzi e Federico Toscano.
Messo in sicurezza il risultato, e anche le auto, la partita è stata saldamente controllata e si è arrivati a fine primo tempo con il risultato di 4 a 0 con un’altra pregevole rete di Federico Brizzi e una bordata all’incrocio dei pali del terzo nuovo acquisto Anichini.
Cicali dà quindi spazio a tutta la panchina e alla metà del secondo tempo prima un concreto Brizzi segna il quinto gol con un’incursione in area, poi Filippo Salvini fissa il risultato sul 6 a 0 con una incornata su calcio d’angolo.
Il clima primaverile e le scarsa preparazione si fanno sentire, così negli ultimi 15 minuti si registra solamente una traversa di Don Lele e il goal della bandiera dell’Osservanza, grazie ad un pregevole pallonetto.
Al fischio finale Duprè 6, Osservanza 1. La stagione non poteva iniziare meglio.
A voi studio.

Coppa AICS – Per la Duprè sono fatali i calci di rigore

La Duprè esce a testa alta dalla Coppa AICS ai quarti di finale.

La Duprè esce a testa alta dalla Coppa AICS ai quarti di finale. Fatale è stata la lotteria dei rigori che agli ottavi aveva invece premiato i biancocelesti contro un’ostica La Cricca. Date le tante assenze (in primis il portiere) i ragazzi di Mr Cicali si adattano ad un nuovo sistema di gioco, riuscendo a ribaltare il risultato a cavallo dei due tempi per poi essere raggiunti sul 2-2 all’ultima azione. Il Barbicone, già giustiziere in campionato, elimina la Duprè che termina qua quindi la stagione 2016/2017.
Il Presidente Chianese ha dichiarato ai microfoni che è già avviata la campagna calciomercato per la nuova annata sportiva e che ci sono tutti i presupposti per riconfermare in toto lo staff che, al netto dello scarso risultato nei due tornei, ha altresì messo in campo il massimo impegno per creare un gruppo di Ondaioli e di amici meraviglioso.

Toscano G. 7: schierato in porta a sorpresa non demerita affatto. Molto sicuro tra i pali, un po’ meno nelle uscite. Compie delle discrete parate trasmettendo sicurezza ai compagni.
Cavati 7,5: grande partita. Sempre attento in copertura e preciso negli anticipi. È cresciuto tantissimo.
Rossi Paccani 7,5: anche lui come Guido fa una grande gara, guida i compagni ed è bravo nel gestire il pallone.
Toscano F. 7: corre tanto, anche troppo. Spinge e talvolta lascia scoperta la sua fascia, ma nel complesso la sua è una buona gara-
Carletti 6,5: il voto potrebbe essere più alto se non fosse per lo sfortunatissimo autogol. Il pendolino delle Lombarde è costretto ad uscire dopo un brutto colpo subito; fino ad allora come al solito tanta corsa e sacrificio.
Salvini F 7+: come al solito a centrocampo è un lottatore; trova il gol del pareggio con una bella conclusione che restituisce animo alla Duprè .
Brizzi 7+: corre tanto, si sacrifica molto e non si tira mao indietro nei contrasti. Palla al piede è una sicurezza.
Rosini 8-: nuovo ruolo davanti alla difesa, costretto ad uscire per crampi. Non era facile riuscire a dare tanto in fase di.copertura e allo stesso tempo dare man forte alle ripartenze . La sua partita è davvero degna di nota , quando esce per crampi la sua assenza si fa sentire .

Morini F. 7+: sulla fascia non si ferma mai erispetto ad altre volte è molto bravo nelle coperture difensive sugli esterni avversari. Valore aggiunto in difesa e in fase di spinta.
Morini A. 7,5: nonostante sia rientrato da poco lotta costantemente con gli avversari facendo salire molto la squadra. È l’arma in più del secondo tempo
Cicali 6,5 : entra e gioca d’esperienza. Protegge la palla guadagnando rimesse laterali e angoli. Peccato per il gol sbagliato che avrebbe chiuso la partita e, ovviamente, alzato il suo voto

Cicali – Consorti- Mazzarisi 7,5: nonostante le numerose assenze trovano un sistema di gioco che dà i suoi frutti. Hanno gestito al meglio la partita, sia nei cambi che nelle scelte tattiche.