La bandiera è il vessillo della Contrada e si divide in tre parti: l’asta, munita di piombo ricoperto di cuoio terminale per provocarne la caduta verticale, la seta, cioè il panno, per lo più appunto di seta, recante il motivo con i colori e l’emblema della Contrada, e il fiocco, una nappa formata da 6 petali di seta recanti ancora una volta i colori.
La bandiera non serve solamente ai giochi degli alfieri, ma anche a comunicare una festività, una vittoria, una nascita, se con fiocco rosa o celeste o un lutto, se abbrunata.

L’Onda possiede all’interno del suo Museo molte bandiere del passato con motivi diversi l’uno dall’altro. Anche se dalla fine degli anni ‘60 il motivo è diventato, sia per il Giro che per il Corteo Storico, unicamente ad onde, nel 2012 e nel 2013 è stato riproposto, per il Corteo Storico, il motivo a fiamme, risalente agli anni ‘50.

Grazie alla passione tramandatasi negli anni la Contrada può contare su diverse bandieraie che con pazienza e abilità riescono a produrre ogni anno diverse coppie di bandiere.